stupido, inutile, assordo miraggio

Eppure sale sul dal cuore il ricordo di te e il verderti sorridere.

E sento che ci sei. Non so dove, ma ci sei.

Non dovrei sperarci, e non lo faccio.

La luce e lo splendore dei tuoi occhi, il tuo sorriso tremante, la tua voce dolcemente assente.

Ma dove? Forse non potrò mai saperlo.

E poi vorrei piangere. Servisse a trovarti lo farei. Ma te ti ricordo solo sorridente.

Se ti avessi perso potrei rimpiangerti. Ma continuo a sentirti.

In fondo, ma neanche troppo.

Non credo sia giusto, ci sarà forse un giudice a Berlino, e mi punirà.

Non te ne andare. Chissenefrega. Restami qui. E non ti vedo, eppure ci sei. Forse sarai l’ultimo bricciolo della mia stramba pazzia.

Oppure apparimi, e sparami in petto. Ucciditimi, ucciditi in me. Solo tu puoi.

Forse è meglio che distolga lo sguardo e continui con il lavoro.

Non mi piace che mi piaccia. Eppure è bello sentirti ancora così viva.

Pubblicato da

kruks

A Programmer with no comics passions ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*